Come si affronta l’eterologa?

Quando scopri di essere infertile e l’eterologa è l’unico modo per avere un* figli* dal giorno uno, ciò che tu e la tua compagna o il tuo compagno avete davanti non è propriamente un ostacolo che vi sbarra la strada – per cui potete dirvi che basta resistere, affrontarlo, arrivare di là e tutto si sistema. Ciò che vi trovate davanti, in realtà, è una strada: un’altra, diversa.

Pensare che l’ eterologa non si affronta, ma si attraversa significa accettare e capire che non c’è un dopo da raggiungere, ma una strada nuova da esplorare. Senza dimenticare che questa strada nasce da una perdita, che non si potrà né cancellare né colmare. Hai una cicatrice, e ti farà male ogni tanto.

Penso che chiamare le cose con il proprio nome richieda coraggio, perché quando le nominiamo, le cose esistono e ci stanno davanti, enormi. Però è necessario “chiamarle” e vederle, per prepararsi ad attraversarle.

Corsivi: PETRA NORDQVIST, CAROL SMART, Relative strangers. Family life, genes and donor conception. Palgrave Macmillan, UK, 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...