Eterologa: dirlo o non dirlo?

Ho riletto un articolo di qualche mese fa della Consulta di Bioetica (http://www.consultadibioetica.it/esiste-un-diritto-alle-origini-dei-nati-da-fecondazione-eterologa/) che mi sembra ancora attuale, dato che i numeri dell’eterologa continuano a salire: erano 62 i/le nati/e da #eterologa nel 2014, 601 nel 2015, 1.457 nel 2016 (+ 142%), un* ogni otto nat* da fecondazione assistita (Relazione al Parlamento, giugno 2018).

La legge italiana impone l’anonimato tra chi dona e chi riceve, ma il nodo non è rivelare o meno l’identità del donatore o della donatrice; il nodo è a monte: glielo dico o no, che il suo genitore genetico non sono io (o non siamo noi)?

A mio avviso, ciò che conta non è avere la risposta ma arrivare a porsi la domanda; è l’approccio critico che dobbiamo far emergere e alimentare nei futuri genitori, la capacità di mettere in discussione i modelli dominanti, la forza di valorizzare la propria storia e la bellezza delle proprie scelte, il coraggio di accettare se stessi e la propria unicità, e quindi anche gli altri e le altre.
Sono queste le cose più importanti che un genitore può insegnare ad un* figli*, no?

Questo è ciò che hanno insegnato a me e che ora vive nel mio modo di lavorare con le famiglie. Ciò che ho letto e studiato in questi mesi per capire quale taglio dare al mio fare l’ostetrica, è il fondamento della mia vita di donna, del mio approccio con le persone. E’ uno sforzo continuo per decontaminare ogni cosa che penso, scrivo, offro, dagli stereotipi che ho interiorizzato, che mi circondano e che si insinuano facilmente tra le righe, e che riemergono con estrema facilità, basta un attimo di disattenzione ed ecco! parli di nuovo solo al maschile, accetti le etichette che ti soffocano e a tua volta le usi con gli altri e le altre.

Penso che alla fine ci voglia solo costanza, e tempo. Tempo per ri-abituarsi a parole nuove, approcci diversi; tempo per cambiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...